PERCHÉ MI MANCA IL NUOTO

Ciao a tutti.
Ho ricevuto una lettera da Livia la mamma di Anna Marzetti.
Belle parole che rafforzano ed uniscono.
Il tema è, “perché mi manca il nuoto”?
Quindi, ha proposto ad ognuno di noi di scrivere con poche parole.. “perché mi manca il nuoto”? Una bella idea per sentirci sempre più uniti.
Un abbraccio Paolo

Ciao a tutti…
“Perché mi manca il nuoto?”
Il nuoto mi manca perché la piscina era diventata un po’ la mia seconda casa, lì mi trovavo con i miei amici.
Mi manca perché era la mia valvola di sfogo dopo una giornata trascorsa sui libri…
Ma soprattutto mi mancano le persone con cui vivevo quest’avventura, con loro scherzavo, ridevo e a volte sbuffavo delle sgridate di Paolo o Nicolas perché si mi mancano anche quelle!!!
Ecco mi manca tutto… persino l’odore della piscina!
Vi abbraccio tutti con tanto affetto e spero di poter tornare a nuotare presto con tutti voi!
Diego

“Perché mi manca il nuoto?”
Mi manca il nuoto, perché era una delle cose che mi faceva sfogare di più.
Mi manca ridere negli spogliatoi con i compagni, parlare e raccontare i vari gossip
Mi manca uscire da allenamento soddisfatta, felice ma a volte anche triste, arrabbiata.
Mi mancano le gare e la soddisfazione che portano dentro; il fatto di uscire dalla vasca con il mal di muscoli ma avendo la consapevolezza di avercela messa tutta.
Mi manca l’odore della piscina che resta sulla pelle.
Mi manca mettere cuffia e occhialini.
Mi manca perché mi ha fatto conoscere persone sempre disponibili come gli allenatori.
Mi manca staccare la testa da tutto il resto per concentrarmi solo sulle vasche da fare.
Giada

“Perchè mi manca il nuoto?”
Perchè quando mi sento triste, arrabbiata o delusa per qualcosa, nuotare mi fa stare bene e mi rende leggera, come se mi liberasse da un peso sulle spalle durante una salita… E poi, come non posso avere nostalgia dei miei amici, delle persone con cui sono cresciuta, con cui ho condiviso tante gioie e qualche lacrima… Ringrazio tutti per avermi ascoltato, supportato (e sopportato ) nei momenti di sconforto, ma sarei pronta a rivivere anche le disavventure se solo potessi tornare in piscina, ad allenarmi, a gareggiare, a divertirmi con la mia squadra.
Mi mancano anche gli allenatori… Mi hanno insegnato che, per diventare grandi, non servono sempre e solo i complimenti, ma anche i rimproveri e le sgridate, ma soprattutto è importante ricordare che, nel nuoto e nella vita, non si é sconfitti fino all’ultima bracciata.
E per finire (anche se sono infinite le ragioni per cui mi manca il nuoto) mi mancano le gare… Quella sana competizione che ti fa stare in ansia per giorni, ma ti riempie di adrenalina fino alle orecchie… La voglia di vincere, di fare del tuo meglio e di lasciare un segno… Una firma indelebile di un ricordo che rimane tatuato sulla tua pelle, nella tua testa e sul tuo cuore.
Anthea

“Mi manca nuoto perché?” mi manca nuoto perché nonostante le faticacce mi divertivo… mi manca nuoto perché era anche un modo per scaricare la tensione della scuola… mi manca nuoto perché, soprattutto nelle ultime gare, avevo ottenuto dei buoni risultati e ammirando le mie medaglie, ero contenta perché il sacrificio era stato notevole ma ero soddisfatta di me stessa… mi manca nuoto perché i complimenti del Paolo dopo una buona gara mi gratificavano … 🏻‍♀ 🏻(NON MI MANCANO I RIMPROVERI DEL PAOLO🤣)
Mery

Ciao a tutti. “Perché mi manca il nuoto?”
Mi manca perché è da quando avevo 9 mesi che lo faccio Perché posso dire che l’acqua mi fa sentire bene. Mi manca perché grazie al nuoto sono riuscita a vincere un po’ di timidezza, anche se di strada ne devo fare ancora. Ma soprattutto mi mancano i mie compagni di squadra, perché con loro mi diverto.
Mi mancano  pure le rimproverate di Paolo, quando gli dico che devo uscire prima.
Insomma perché mi manca il nuoto?
Perché mi manca tutto… Spero di tornare presto a nuotare con tutti voi, un abbraccio!
Giulia

“Perché mi manca il nuoto?”
Mi manca il nuoto perché mi fa stare bene, mi fa sentire “leggero”, ridimensiona tutti i problemi quotidiani e proprio ora mi manca perché riuscirei a distrarmi un po’ dalla situazione così drammatica di questo periodo.
Marco

”Perché mi manca il nuoto”
Mi manca il nuoto perché dopo una giornata pesante un allenamento mi fa stare meglio, ma anche se la giornata non fosse stata pesante il nuoto l’avrebbe migliorata!!!
Mi mancate tutti voi, mi mancano le risate negli spogliatoi, la condivisione della doccia e la Rossi che mi chiede sempre di tenerle occupato un phon perché sono una delle prime a finire la doccia.
Mi mancano gli allenatori che ci insegnano sempre qualcosa.
Mi mancano perfino le gare…. il mal di pancia alla pre-chiamata, ma soprattutto i compagni che sono sempre pronti ad aiutarti.
Spero di ritornare presto a nuotare con tutti voi 🏻‍♀️
Marta

“Perché mi manca il nuoto” Mi manca perché anche se sono stanco o devo fare i compiti  con il nuoto trovò un momento per staccare  un momento di libertà . Quella libertà che diamo troppo spesso per scontata e che come tutte le cose capiamo solo quando ci vengono tolte . La vera libertà in questo momento è decidere di stare  a casa x il bene di tutti  speriamo che passi presto  per poterci trovare ancora tutti insieme  e fare una bella nuotata 🏼‍♂️
Daniele

“Perché mi manca il nuoto?”
Mi manca il nuoto perché mi ha insegnato che non tutto è dovuto, che far fatica a volte può essere anche bello. Mi manca la piscina, mancano i compagni, gli allenatori, le parole, le bracciate (un po’ meno quelle a delfino, ma forse, in fondo, un po’ anche quelle)
Francesco

“Perché mi manca il nuoto”
Mi manca il nuoto perché, anche se per poco, riuscivo a svuotare la mente da tutte le piccole preoccupazioni.
Mi mancano le emozioni che provavo durante uno gara o un allenamento che mi rendono concentrata e costante in quanto tutto si ferma e ho solo un obbiettivo.
Mi mancano soprattutto le persone; i compagni con cui ridere, scherzare, sfogarsi e gli allenatori che nonostante il mio carattere riuscivano ad insegnarmi quotidianamente qualcosa e non mi hanno mai lasciata sola.
Mi manca il nuoto perché ormai è diventato parte fondamentale della mia vita.
Alessia

“Perché mi manca il nuoto”
Perché il nuoto è la mia passione, è una parte integrante della mia vita senza la quale a volte sarei persa, il nuoto insegna, ci fa capire che per ottenere i risultati bisogna impegnarsi e non mollare perché solo così saremo fieri di noi stessi, fieri di aver dato tutto dopo una gara o dopo un allenamento ed anche se le delusioni a volte sono tante, non dobbiamo mollare ma riflette su noi stessi e sui nostri errori, per fare ancora meglio.
Mi manca tutto del nuoto, la squadra, gli allenatori che si ci sgridano ma soprattutto ci supportano, coloro che i ogni modo vogliono spronarci a fare sempre meglio, l’impatto con l’acqua fredda, la fatica degli allenamenti ma soprattutto la soddisfazione dopo un allenamento o una gara.
Viola

“Perché mi manca il nuoto?”
Perché mi dà quella pausa, quello stop, dal resto del mondo. Allontana le preoccupazioni aiutandomi a focalizzare attenzione ed energia su qualcos’altro, qualcosa che dipende esclusivamente da noi.
È un momento di sfogo che sa di libertà.
Mancano le emozioni prima di una gara. Mancano le persone, gli amici: compagni e allenatori.
Cristiana

“Perché mi manca il nuoto”.
Il nuoto è un momento di sfogo dopo una giornata difficile e pesante. A causa di questo virus la quotidianità di tutti è cambiata ed essendo costretti a stare in casa le giornate sono tutte uguali e monotone. Spero che questa situazione si risolvi al più presto e si possa ritornare almeno ad allenarci.
Alessio

“Perché mi manca il nuoto”.
Mi manca il nuoto perché dopo una giornata seduta tra i banchi sfogarmi in una delle mie passioni é bellissimo. Mi mancano i miei amici negli spogliatoi, faticare per raggiungere obbiettivi che non avrei mai pensato di raggiungere.
Spero di tornare presto a nuotare
Mara

“Perché mi manca il nuoto?”
Mi manca il nuoto perché era il modo migliore per sfogarmi dopo una giornata pesante o brutta, perché era un momento di felicità in una giornata triste, perché mi ha insegnato a condividere con qualcuno le mie paure, perché mi ha insegnato cosa vuol dire “spirito di squadra”, perché mi ha insegnato a lottare per raggiungere un obbiettivo… mi manca tornare a casa distrutta, mi manca persino l’odore del cloro sulla pelle, mi manca la soddisfazione che si prova per un tempo migliorato, iniziano a mancarmi anche i rimproveri di Paolo…
Ma per il momento la mancanza degli allenamenti a rana non la sento ancora.
Rossana

“Perché mi manca il nuoto”
Il nuoto mi ha sempre accompagnato durante la mia crescita, è come una spalla su cui piangere, un luogo sicuro in cui posso essere me stessa.
Quando le giornate sono frenetiche e pesanti di colpo si fermano non appena entro in acqua ed è come se riprendessi a respirare.
Quando le giornate sono piene di novità positive, il nuoto mi permette di esprimere la mia gioia con l’impegno e la determinazione.
Quando le giornate sono grigie, il nuoto mi permette di avere un modo per riscattarmi e dare il massimo in allenamento, dimostrando a me stessa che posso cambiare la giornata in un attimo.
Il nuoto mi ha permesso di conoscere i miei limiti, affrontare le mie insicurezze e migliorarmi sempre di più. Dopo 10 anni riesco ancora ad ottenere dei miglioramenti sui tempi delle gare, a migliorare la tecnica perché il nuoto è una sfida che ho voluto cogliere e che sto riuscendo a portare avanti.
Mi ha insegnato a rispettare le persone con più autorità, a rispettare i miei compagni, a rispettare le loro difficoltà e ad aiutarli quando mi era possibile farlo.
Quindi si, il nuoto mi manca perché c’è un vuoto nelle mie giornate, mi manca quella valvola di sfogo, mi manca condividere gli sforzi con i compagni di corsia, mi manca perché riuscivo a superare le mie difficoltà personali giornaliere distraendomi e a volte parlando forse un po’ troppo. Mi manca stare in ammollo e sentire che il resto svanisce. Mi manca arrivare al limite della fatica e riuscire a superarlo e mi manca la gioia dopo che torno a casa stanca ma soddisfatta.
Elena

“Perché mi manca il nuoto”?
Il nuoto mi manca perché negli anni mi ha cambiato in meglio. Mi ha reso più sicuro di me. Perché appena ti trovi da solo a guardare la linea sul fondo la mente si libera. Perché ti mette alla prova e ti restituisce l’impegno che gli dai. Perché non ho mai pensato di lasciarlo anche quando mi è mancata la voglia di entrare in acqua. Molto più banalmente perché quando non lo faccio per troppo tempo divento un rottame.
Pietro

“Perché mi manca il nuoto”
Il nuoto è come volare, scivolare nell’acqua e sentirsi liberi. Al contempo però è anche fatica, bracciata dopo bracciata, sfidando continuamente sé stessi, migliorando giorno dopo giorno, provando e riprovando partenze e virate.
Mi manca tutto: mi mancano i miei compagni con i quali condivido gioie e delusioni, mi manca il mio allenatore che sa come spronarmi e farmi riflettere, mi mancano le gare, il tifo dalla tribuna.  Il nuoto è silenzio, ci sei solo tu, il tuo carattere e l’acqua.
La Sphaera è diventata casa, e non vedo l’ora di tornarci.
Giulia

“Perché mi manca il nuoto”
Beh il nuoto non è che mi manca particolarmente dopo solo tre settimane…
Mi mancano le persone con cui nuoto, gli amici, il mister, le risate prima durante e dopo gli allenamenti, mi manca dimostrare al grande capo @⁨Paolo Sphaera⁩ che a 33anni non ho ancora raggiunto i miei limiti , mi mancano soprattutto le torte di @⁨+39 340 *** ****⁩, le caramelle di @⁨+39 334 *** ***⁩ e la cheesecake di @⁨+39 *** 830 ****⁩ (la cheesecake ormai manca da più di un anno ormai 🤨).
Quello che potrebbe mancarmi del nuoto è la libertà che provi una volta in acqua, è come volare; la sensazione di vomito dopo il lattato e i dolori muscolari “del giorno dopo”.
Mi manca anche il profumo del cloro chimico che ti resta sulla pelle per giorni, ma per quello ormai non c’è rimedio.
Christian

Perché mi manca il nuoto..
sentire rispondere a questa domanda una persona che non nuota seriamente da 10 mesi fa quasi ridere, ma si il nuoto manca anche a me.. anzi, mi mancava già!
Mi manca nuotare perché l’acqua mi fa sentire bene, mi fa sentire viva.. tranquillità, pace ma allo stesso tempo adrenalina e voglia di fare.
Mi manca nuotare perché credo sia l’unico esercizio fisico che riesco a fare con piacere, anzi con passione (andare in palestra ad esempio mi annoia da morire). Mi manca muovermi, mi manca mettermi alla prova (E non parlo di gare perché sappiamo tutti che sono una schiappa )
Mi manca nuotare perché quando nuoto sono da sola, non sento nessuno se non i miei pensieri, se non i battiti del mio cuore e il mio respiro.. io e basta, cosa che nella quotidianità non avviene mai.
Sarebbe meglio chiedermi “perché ti manca la Sphaera?”
Mi manca perché ormai ci stavo più che a casa .
Sicuramente mi manca perché da 1 anno e poco più è diventato il mio posto di lavoro: è stata una scelta convintissima e che rifarei  ..
Mi manca la Sphaera, mi manca arrivare lì prima di tutti e incontrare mille sorrisi, dal neonato che strilla alla nonnina che col sorriso mi regala cioccolatini  per ringraziarmi (di cosa non si sa) ..  mi mancano quelli che chiamo “i miei bambini”, mi manca andarmene per ultima, dopo una lunga giornata stancante, ma sempre con qualcosa di bello da portare a casa.
Mi manca tornare e raccontare tutto alla mia famiglia: i progressi di qualche bambino a cui non avrei dato speranze alla prima lezione, le fatiche nel gestire qualcuno, le cose buffe che succedono.. mi manca anche lamentarmi delle difficoltà incontrate, perché alla Sphaera nessuno ha mai finito di imparare.
Mi manca la Sphaera perché LE voglio bene, perché è uno dei posti che mi hanno fatta diventare la persona che sono (in bene o in male, questo non lo so ancora) … Mi ha dato tanto, e io LE sono riconoscente. Mi manca uscire di casa con la borsa con il solo pensiero di andare a nuotare..
Ho trovato amicizie vere e importanti, quelle che “conti sul palmo della mano” (alcune perse per strada purtroppo e altre che per fortuna ci sono ancora), ho trovato calci nel culo quando me lo meritavo (quante volte Paolo mi ha mandato in doccia prima del tempo e gliene sono grata dopotutto), ho trovato spalle su cui piangere nei momenti difficili, ho trovato qualche alleato per combinare guai, ho trovato persone pronte ad ascoltarmi, amici veri insomma ..
Ho incontrato un allenatore, e ora un capo, disposto a stare dalla mia parte, ma anche a schierarsi dalla parte opposta..
Mi manca prendere in giro (in modo scherzoso) qualche persona che si incontra, sentire le lamentele delle signore per l’acqua troppo fredda, mi manca sorridere a tutti i clienti, mi mancano le vostre risatine per le scale o durante il riscaldamento, le battute fatte, anche se con qualcuno di voi è solamente un “ciao” ..
Spero di tornare presto in piscina, per ritrovare pace e serenità che in questi giorni stanno mancando .. rivedervi, rivederci e farci un bel tuffo per mandare via tutte le preoccupazioni!
Alessia

Ciao a tutti!
“Perché mi manca il nuoto?”
Il nuoto mi manca perché è il mio unico sfogo, perché senza di esso non sarei la stessa persona. Mi manca quando mi sveglio la mattina e penso che il giorno stesso avrei avuto nuoto e non ne avevo voglia…
…Ma nel momento in cui mi tuffo e tocco la superficie dell’acqua, mi torna la voglia, perché io ho una passione enorme per il nuoto!
Mi manca l’incoraggiamento dei compagni di squadra quando ho paura per una gara, e anche quello di Paolo o di Nicholas!
Mi mancano le chiacchierate negli spogliatoi e anche durante le pause tra i lavori…
Mi manca quando, alle gare, sono seduta davanti alla vasca e annunciano il mio nome, e anche quando riesco ad arrivare sul podio e annunciano il mio nome.
Mi manca quando alla fine della gara Nicholas o Paolo mi dicono: ”brava Anna!”
Ci sarebbero tantissime cose da dire a riguardo!
Insomma…   mi mancate tutti!
Un abbraccio virtuale con affetto,
Anna

“Perché mi manca il nuoto?”
Mi manca il nuoto perché dopo un allenamento ho ricaricato le energie e ho sfogato tutta la tensione e i pensieri negativi del momento. Dopo un allenamento posso ripartire da zero e concentrarmi meglio sugli obiettivi. Il nuoto mi manca perché mentre perdo il conto delle vasche, cerco di rispondere ad alcune domande. Ma il nuoto mi manca soprattutto per le persone con cui lo pratico. Mi manca perché anche nelle giornate no entro in piscina e dimentico tutto quello che c’è fuori. Mi manca per le risate dentro l’acqua e davanti ad una fetta di torta.
Elisa

Ciao a tutti il nuoto mi manca parecchio,
Per diverse ragioni: mi mancano le emozioni che si provano al giorno della gara con il mal di stomaco. Mi manca sentire il suono della sirena prima di iniziare la gara. Mi manca la felicità di arrivare sul podio.
Ma la cosa di cui ho più nostalgia sono gli allenamenti, Le sgridate del Nico e del Paolo e le chiacchierate negli spogliatoi.
Insomma è la cosa che mi manca di più in questo periodo.
Spero di tornare presto in vasca!!
Ilaria C.

Ciao a tutti … Perché mi manca il nuoto ?
Mi manca  perché nuoto da quando avevo 8 mesi  e da lì che ho incominciato la mia passione.
Io nuoto perché l’acqua mi fa sentire viva e bene , ma mi manca soprattutto la mia squadra e il  loro affetto che mi danno alle gare mentre faccio la gara io non li sento con  l’udito ma li sento con il cuore. Mi manca ovviamente anche il Nico…
Mi mancano  le Sue sgridate che mi fanno molto bene e mi manca il suo affetto alle gare quando esco dall’ acqua   e mi dice  “brava Greta ” io mi riempio di felicità  perché so che ho dato il mio massimo. Io spero di vedervi il più presto possibile.
Greta

Mi manca il nuoto perché: Mi piace l’acqua, da sempre. Mi piacciono le gare, sentire il mio nome alla chiamata, essere da sola  sul trampolino e nella corsia, provare ad essere veloce e quando mi impegno, vincere una medaglia. Mi manca indossare la mia divisa della sphera.
Mi mancano i miei amici e le mie amiche, mi manca stare con loro negli spogliatoi, parlare e ridere.
Mi manca essere in allenamento e imparare a fare meglio le cose che non so fare bene come quando ho imparato rana e delfino. Mi mancano gli esercizi e mi manca il Nico, anche quando mi sgrida per farmi migliorare. Mi mancate tutti e spero di vedervi molto presto!!
Camilla

Ciao a tutti…   Perché mi manca il nuoto?  Mi manca perché sono tanti anni che vengo in piscina, in acqua mi diverto e cerco sempre di impegnarmi al massimo. Mi mancano le amiche con cui scherzo e mi diverto negli spogliatoi…. Ma soprattutto mi mancano gli allenamenti e le gare.  È vero, a volte le gare mi spaventano, soprattutto quelle di dorso, ma grazie al supporto dei miei compagni e alle dritte di Nico e Paolo, le mie paure,  piano piano, stanno svanendo. Insomma mi mancate un sacco tutti quanti e spero ti poter tornare il prima possibile a nuotare e a tuffarmi con tutti voi.
Lucrezia

Perché amo nuotare?
Perché mi piace stare in acqua e ci sto da quando avevo 2 anni!
Quando faccio allenamento mi stanco molto ma sono comunque contenta per l’impegno che ci metto.
Riesco a tirare fuori tanta grinta anche se non ce la faccio più!
Perché mi manca nuotare?Mi m ancano le gare e tutte le bracciate degli allenamenti ma Soprattutto mi manca il Nico e tutti i miei compagni!
Nico mi è piaciuta tantissimo la tua lettera! Spero di vedervi tutti al più presto!
Ambra Vitali

Ciao a tutti,
Perché mi manca il nuoto? A me manca tanto: ad esempio per la sensazione di fare tanta fatica per poi passar subito(non dico che mi piace fare fatica), per I miei amici e per il divertimento di stare con loro, ma anche altre cose…insomma mi manca tanto!
Adesso vi saluto
Stefano

Mi manca il nuoto perché  per me è stato amore a prima vista.. avevo paura tanta paura.. infatti ho iniziato a nuotare solo tre anni fa… ma in poco tempo ho capito che era lo sport che mi piaceva più degli altri perché mi dà emozioni che non provo in nessun altro sport … mi mancano tanto i miei nuovi amici della squadra e mi manca tanto il Nico perché è grazie a lui che sono riuscita a stare per la prima volta a galla nell’acqua alta senza paura ed è grazie a lui che oggi faccio parte di una bellissima squadra perché riesce sempre a tirarmi su il morale quando sono triste e mi  scoraggio..
Un grosso saluto a tutti..
Ambra Valle

Mi manca molto nuotare perché per me è una valvola di sfogo ,mi dispiace molto non poter continuare gli allenamenti perché all’inizio ho fatto un po’ fatica invece ultimamente ero davvero felice di fare tante vasche e tanta fatica ,mi sentivo più sicuro. Mi mancano le gare perché mi danno molta emozione e perché è bellissimo avere vicino i miei amici .Infatti loro mi mancano un sacco e anche il Nico mi manca molto. Spero che tutto si risolva presto ‍♂
Ciao a tutti da Emanuele

“Perché mi manca il nuoto ?”
Il nuoto mi manca perché mi dava grinta e perché mi piaceva far fatica.
Mi mancano i compagni, le nostre chiacchiere sotto la doccia e la loro compagnia durante l’allenamento.
Mi manca il Nico con i suoi complimenti a fine gara.
Mi manca la sensazione di salire sul podio e sentir chiamare il mio nome.
Insomma del nuoto mi manca tutto … Non vedo l’ora di tuffarmi in acqua insieme alla mia squadra.
Un saluto a tutti da Nathan 🏻 ‍♂

“Perché mi manca il nuoto ?”
Mi manca il nuoto perché era diventata una parte di me. Mi rendeva libera, leggera e soprattutto mi distraeva dalle preoccupazioni.
Mi manca l’odore di cloro  che ti avvolge dopo aver fatto allenamento.
Mi manca fare fatica durante l’allenamento e uscire dalla vasca consapevole di avercela fatta, di avercela messa tutta.
Mi mancano i compagni, le risate, i gossip negli spogliatoi e i cambi per il phon.
Mi manca la tensione che ti metteva quando aspettavi una gara, seduta sulla sedia con l’unico desiderio di tornare a casa felice.
Mi manca essere chiamata in pubblico (anche se con l’accento sbagliato).
Mi manca aspettare i miei genitori a fine allenamento.
Mi manca il sorriso della receptionist appena entravo alla Spheara.
Mi mancano i tragitti in macchina per arrivare al luogo della gara.
Mi manca entrare nella vasca e sentire l’acqua gelata.
Mi mancano i dolori muscolari alla fine di un allenamento.
Mi manca arrivare a casa distrutta con l’unico desiderio di andare a dormire.
Mi mancano i rimproveri e le manate degli allenatori. I loro complimenti, i loro consigli, le loro sgridate  fine gara o alla fine di un allenamento.
Mi mancano i loro insegnamenti che mi hanno fatta crescere. Mi hanno fatto capire che non bisogna mai mollare e che a volte sono meglio i rimproveri dei complimenti.
Del nuoto mi manca tutto perfino preparare e svuotare il borsone.Sp ero di tornare presto a nuotare insieme a tutti voi.
Sophia ‍♀️

La cosa che amo del nuoto è l’acqua. Quando mi immergo in questo liquido silenzioso lascio scorrere via i brutti pensieri e subito provo una sensazione indescrivibile di gioia. Così, a fine di ogni allenamento, quando esco dalla vasca mi sento libera, leggera e con l’anima sorridente.
Anche il mio allenatore Nico pensa al mio benessere e a farmi sentire parte di una squadra molto unita e affiatata. Sin da subito ho pensato che fosse gentile, positivo e premuroso. Mi ha incoraggiata a fare del mio meglio, mi ha dato suggerimenti preziosi ed è stato un sostegno indispensabile durante le gare.
Vorrei tornare presto a nuotare in vostra compagnia.
SARA

“Perché AMO il nuoto? ”
Amo il nuoto perché sento l’ acqua come qualcosa di familiare non a caso sono nato anche in acqua …. mi piace la sensazione di sentire il mondo esterno ovattato e io così vivo lì sotto.
Nicholas per me è più di un allenatore, lo ascolto perché so’ che lui farebbe tutto per me.
Per finire vorrei ricordare senza tralasciare nessuno i miei compagni di vasca, ho trovato degli AMICI veri e con loro sono cresciuto. Le Nazionali sono la cosa più stancante in assoluto ma anche la più bella, lì tutto trova un senso e credo che proprio in quelle stanze del villaggio il nostro rapporto sia diventato così bello.
Mi mancate tutti
Alessandro L.

“Perché amo il nuoto?”
AMO il nuoto perché quando sono in acqua mi sento felice e perché da sempre conosco i bambini che nuotavano con Alessandro e li ho sempre ammirati e finalmente anche io posso nuotare insieme a loro.
Nicholas il mio allenatore  mi fa’ sempre le battute ed io mi metto a ridere e anche quando mi sgrida so che mi vuole bene.
Mi piace un sacco quando faccio la doccia con le mie amiche e Nicholas ci dice che se non usciamo alla svelta ci da’ la multa.
Mi mancate proprio tutti.
ILARIA L.

Mi manca il nuoto perché ho sempre amato l’acqua…
Per me è il primo anno e non è facile impegnarmi, stare alle regole, supportare la stanchezza quando fai decine e decine di vasche… ma so che desidero più di ogni altra cosa una medaglia, non importa che tipo di medaglia, basta prendere una!
Mi mancano i miei amici, specialmente il mio amico Nathan, mi mancano tanto i momenti quando Nico ci lascia giocare e fare liberamente dei tuffi…
Vado quasi sempre brontolando in piscina, ma alla fine di ogni allenamento ho un grande sorriso di soddisfazione!
Non vedo l’ora di tuffarmi di nuovo in acqua…
A presto Eduard

Mi manca il nuoto ora, perché la distanza “forzata” con la mia squadra mi sta facendo apprezzare ogni istante in sua compagnia: dagli allenamenti alle gare. Mi manca la forza d’animo che il Nico mi trasmette x combattere l’ansia pre-gara ; la voce che mi annuncia al pubblico; il rumore dell’acqua durante la bracciata; la soddisfazione di aver portato a termine la gara al mio meglio, anche se ahimè non ho ricevuto la medaglia. Insomma, ho bisogno di ritornare al mio mondo, di rivedere i miei amici, che mi mancano tanto!
Simone

IO AMO il nuoto perché mi rende una persona vivace, energica e responsabile. Anche se ho iniziato questa esperienza solo 2 anni fa ho scoperto tante cose nuove, tanti aspetti positivi e soprattutto tanti vantaggi che sono utili nella mia vita quotidiana ( organizzare bene il tempo libero, preparare la borsa, mangiare sano, rispettare le regole, giocare FairPlay e ubbidire ). Sento proprio che nuoto è la mia passione e la mia felicità ! A me manca nuoto perché quando vado a scuola lunedì, l’ultima lezione è scienze, mi annoio tantissimo quindi quando ci penso che ho nuoto con Nico, mi viene un grande sorriso e così la mia giornata del lunedì finisce con grande soddisfazione! Mi piace essere in acqua dove sono solo io coi miei pensieri…libera!
Davide

Mi manca il nuoto perché non vedo più i miei amici. Mi manca Nico che mi urla e il tumore dell’ acqua mentre nuoto. Spero di tornare presto alla normalità. Un grosso saluto a tutti i miei amici e a Nicolas
CIAO Mia

Ciao a tutti… perché amo il nuoto? Amo il nuoto perché sono in acqua da quando avevo 4 mesi….mi aiuta a sfogarmi quando sono arrabbiata e a ritornare serena …e mi aiuta a dare sempre il meglio….e a fare fatica ma ciò che ora mi manca di più sono i miei compagni ….che mi incitano alle gare e mi stanno sempre vicino mi manca Nico che mi fa la predica e mi sgrida …. E mi dice che devo sempre dare il meglio di me … senza essere troppo convinta di vincere mi mancano gli abbracci dopo la gara …. mi mancate tutti e spero di vedervi al più presto.
Elisa

“Mi manca nuoto perché?” Mi manca nuoto perché riuscivo a farmi apprezzare dalle altre persone nonostante io sia molto associale…mi manca nuoto perché riuscivo a migliorare il mio carattere… ma soprattutto mi manca la mia squadra perché sono stati sempre gentili con me (mi manca anche un po’ il Paolo)
ciao Ilaria M.

“Perché mi manca il nuoto?”
Perché mi piace fare le gare, mi piace stare con i miei amici però ho ancora molto da imparare e verrei vincere la timidezza per formare una bella squadra.
Agata